Gli Omega-3 contrastano l’osteoporosi

Osteoporosi_omega3Gli Omega-3 EPA e DHA dell’olio di pesce diminuiscono i livelli di infiammazione e sono utili a migliorare la salute delle ossa, contrastando l’osteoporosi associata all’invecchiamento.

Sono queste le conclusioni a cui è giunto un articolo pubblicato sulla rivista Food and Science Technology, in cui sono stati raccolti i risultati di molti studi scientifici che hanno analizzato la relazione tra Omega-3 e salute delle ossa.

Ogni anno in Italia circa 110.000 fratture di polso e circa 70.000 di femore sono dovute all’osteoporosi.

Oltre alla vitamina D ed il calcio, molti studi hanno dimostrato che l‘assunzione di supplementi di Omega-3 possono aiutare a combattere la fragilità ossea.

Tra gli studi citati nell’articolo, uno dei più importanti è il National Health and Nutrition Examination Survey III, che analizzando nel 2006 ben 14.850 uomini e donne di diversa età ha confermato la relazione tra assunzione di Omega-3 e densità ossea.

Nel 2012 uno studio simile su 554 donne al di sopra dei 60 anni ha confermato l’efficacia degli Omega-3 per la densità ossea della colonna vertebrale.

Secondo i ricercatori gli Omega-3 regolano l’assorbimento del calcio da parte dell’intestino, e riducono la produzione di prostaglandine e citochine infiammatorie, contrastando il riassorbimento dell’osso.

Fonte: Kruger MC, 2013, “Long chain polyunsaturated  fatty acids and bone health”. Food and Science Technology

 

>> Post più visto:
Gli integratori di Omega-3 fanno male?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.